Cu s’addivetti a Capudannu s’addivetti tuttu l’annu.

 

Quale modo migliore di iniziare il nuovo anno se non quello di intraprendere un viaggio che parli di storia e tradizioni, che profumi di Sicilia, che regali colori autentici ai vostri occhi e forti vibrazioni ai vostri cuori.

Viaggiare a Capodanno è la soluzione migliore per dare un tocco di positività al nuovo anno, chiudendo in grande stile quello appena trascorso e, perché no, curandosi dallo stress e dalle fatiche accumulate durante i mesi invernali.

Lasciatevi conquistare dalle atmosfere suggestive, dai sapori e dai colori di una Catania scintillante. Vi attendono cenoni che delizieranno il vostro palato e spettacoli musicali coinvolgenti previsti per la più lunga serata dell’anno.

Si sa qui in Sicilia le tradizioni sono importanti, infatti secondo quella siciliana ci sono dei cibi che influenzeranno positivamente o negativamente il nuovo anno, quindi qui da noi ci si guarda bene dal mangiare maccarruni, perché significherebbe “tuttu l’annu a rruźźuluni”.

A farla da padrone sulle tavole del cenone sono le crispelle di ricotta, il baccalà fritto, lo sfincione, le sarde a beccafico, la caponata e l’insalata di arance accompagnate da lasagne al forno, impanate di pesce e zuppe a base di legumi, lenticchie prevalentemente.

Il dolce invece continua a vedere protagonisti il buccellatopanettoni e pandori vari, torroni e infine l’immancabile cassata.

Un frutto che non manca mai è il Melograno, di colore rosso appunto, che simboleggia fedeltà e fecondità.

Lo so, lo so, avete già l’acquolina in bocca, ma aspettate, non finisce qui.

C’è un appuntamento importante a cui non potete proprio mancare, il tradizionale concerto di Capodanno, il 31 Dicembre in Piazza Duomo sotto l’attenta supervisione del liotru (l’elefante simbolo della città).

Sarà la Cantantessa – cantautrice catanese per eccellenza – ad animare il palco di fronte al Palazzo degli elefanti; Carmen Consoli torna infatti ad esibirsi nella sua amata Catania e lo fa la notte di Capodanno, con il concerto in piazza Duomo, assieme all’orchestra popolare della Notte della Taranta, con una produzione unica, pensata apposta per Catania.

“Una delle signore della canzone italiana torna a reinterpretare nel cuore della sua città una musica così coinvolgente che affonda le proprie radici nella più autentica tradizione musicale del nostro Meridione. Una musica di grande impatto popolare, perfetta, dunque, per dare il benvenuto al nuovo anno sotto i migliori auspici”.

Non resta altro da fare se non preparare la vostra mente e il vostro cuore all’emozionante viaggio che vi aspetta.

 


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici: